Il sistema Logistico - produttivo

Le nuove dimensioni della concorrenza richiedono velocità di risposta in presenza di volumi ridotti e alto mix. Il Sistema Logistico/Produttivo deve essere coerente con la domanda di diversificazione e di contenimento dei costi che il mercato richiede. Gli investimenti a contenuto tecnologico, necessari per ottenere il vantaggio competitivo, sono per loro natura rapidamente diffusivi e presto annullati dalla risposta dei concorrenti. Ciò che è veramente unico e sostenibile è l'organizzazione, i processi, i metodi, la cultura logistico/produttiva dell'azienda.
PRINCIPALI AREE DI INTERVENTO
  • Analisi dei processi e delle risorse impiegate, analisi della struttura organizzativa;
  • Masterplan di stabilimento;
  • Pianificazione della produzione e gestione della capacità produttiva, tecniche lean production;
  • Analisi, controllo e riduzione del "work in progress" e dei tempi di attraversamento;
  • Layout di reparto o di stabilimento, posizionamento e asservimento di linee e di centri di lavoro;
  • Analisi di convenienza per l'introduzione e l'assistenza all'avviamento di software per la produzione (pianificatori, schedulatori, MRP I e II, ASP);
  • Verifica dei sistemi di handling e delle modalità di lancio della produzione attraverso la simulazione dinamica;
  • Revisione dei tempi e dei metodi di "set-up", messa a punto e avviamento di metodi, procedure e sistemi informativi;
  • Definizione degli attributi e delle caratteristiche del prodotto, metodologia di allestimento e di conduzione delle Schede di Prodotto;
  • Definizione ed ottimizzazione del sistema di lancio dei lotti in produzione e del controllo dell'avanzamento lavoro;
  • Messa a punto di "Cruscotti" della produzione per il reporting, il controllo della produttività e dell'andamento dei costi di produzione;
  • Analisi del lavoro in reparto per lo studio dei processi, delle produttività, delle saturazioni e l'individuazione delle fasi critiche o a scarso valore aggiunto, introducendo in azienda una metodologia di miglioramento continuo.
IL METODO

Analisi preliminare

Definisce, partendo dalla realtà organizzativa e produttiva esistente, gli interventi per ridurre ed eliminare le aree di inefficienza. Le opzioni vengono esaminate sulla base dell'analisi costi/benefici ed anche in funzione delle risorse umane disponibili, tracciando, dove necessario, il nuovo organigramma funzionale. Si valutano le eventuali alternative nell'approccio alla produzione, anche in relazione agli input del Marketing e alle caratteristiche di mercato, fissando le linee guida per le successive azioni di cambiamento e miglioramento. In accordo con il Management del Cliente, si individuano le priorità degli interventi e i tempi di attuazione.

Realizzazione del progetto

In questa fase si sviluppano tutte le azioni tese al conseguimento e consolidamento dei miglioramenti. Viene attivato, organizzato e supportato il Gruppo di Lavoro del Cliente e si trasferisce l'approccio metodologico corretto per motivare, coordinare, integrare le qualificazioni esistenti, controllare i risultati e riformulare gli obiettivi intermedi. Si esercita, nello stesso tempo, una funzione di stimolo e di appianamento delle difficoltà legate allo sviluppo di un progetto innovativo. Si stabiliscono procedure standard per il controllo periodico dell'efficienza, la misurazione dei risultati raggiunti e la definizione di nuovi obiettivi.

ITALIA

Simco Srl - Via Giovanni Durando 38 - Pal.3
20158 Milano MI

  • +39 02 39 32 56 05

  • simco@simcoconsulting.com

  • P.IVA 08570130156

FRANCE

Simco Consulting Sarl - 12 rue Alfred Kastler
71530 Fragnes-La-Loyère

  • +33 (0)3 65 69 00 52

  • simco@simcoconsulting.com

  • TVA FR66823213798

© SIMCO SRL . All rights reserved. Certificazione UNI EN ISO 9001:2015 (N. certificato 9175 SMCO)